Piccolo manuale per una buona lettera di presentazione

pacchetto

Natale, tempo di regali.

Lettera di presentazione, questa sconosciuta.

Serve? (sì). E’ proprio necessario metterla? (molto spesso sì). Ma non bastava il curriculum? (non sempre, no).

E la madre di tutte le domande: “Ma che ci devo scrivere?”

Questa è la mia risposta, articolata in un “librettino” (va bene, è un semplice file .pdf, ma ho cercato di farlo carino) dove ho raccolto varie idee e spunti collezionati sul Web e raffinati negli anni con le attività di orientamento.

Spero possa esservi utile.

Ed è veramente, completamente gratuito: nel senso che non voglio nulla in cambio, nemmeno la vostra e-mail. Tanto gli auguri ve li ho già fatti qui.

E se conoscete qualcuno a cui possa interessare, condividete questa pagina: in fondo è Natale.

Ci rileggiamo il 7 Gennaio!

Piccolo Manuale Lettera Presentazione

Annunci

Informazioni su stefanoinnocenti

Le mie esperienze di lavoro hanno sempre riguardato l’area delle Risorse Umane, sia nell'ambito della formazione del personale che della selezione, operando nei diversi processi. Il punto di forza della mia professionalità è la capacità di gestire efficacemente il rapporto con le persone, caratteristica messa a frutto sia nelle attività di docenza che di orientamento e nello sviluppo di network professionali. Abito in Toscana, e amo questo territorio. Questo non mi rende meno curioso rispetto ai cambiamenti che mi circondano.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Piccolo manuale per una buona lettera di presentazione

  1. Angelo ha detto:

    Buongiorno Stefano,

    grazie per il regalo; credo possa tornare utile a molte persone e nella sua semplicità è comunque ben fatto.
    I consigli sono sicuramente buoni, soprattutto quando a pagina 5 suggerisci di inviare la candidatura ad una persona specifica, magari anche attraverso la cara e vecchia lettera con francobollo.
    Sicuramente hai potuto vedere più candidature di me, ma personalmente per quanto riguarda la struttura, nel caso di una risposta ad un annuncio preferisco una lettera dove nel primo paragrafo venga indicato subito il motivo per cui si scrive, con quindi anche la citazione di job title e riferimento; a seguire la propria presentazione e le motivazioni che renderebbero idonei per quella posizione ed azienda.
    Dopodiché resta la cosa più difficile: comprendere le competenze possedute e spendibili in una determinata candidatura.

    Auguri di buone feste,
    Angelo

    • stefanoinnocenti ha detto:

      Non considero certo sbagliato il tuo suggerimento Angelo, anzi: personalmente consiglio di replicare i “riferimenti” della ricerca direttamente nell’oggetto, in modo che sia chiaro da subito per quale motivo si è inviato lettera e c.v. Dipende anche dalle preferenze personali, ciò che conta è che i contenuti siano tutti chiaramente presenti.

      Grazie per aver lasciato un commento, ed auguri a te!

  2. Pingback: Perchè arrivare prima è meglio, anche nella ricerca di lavoro | Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro

  3. Pingback: Come cerchi lavoro? | Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro

  4. Pingback: Candidarsi va bene…ma auto-candidarsi è meglio! | Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...