Il serio, il bello e gli “smart”: quattro diverse possibilità per trasformare il vostro c.v. in una infografica.

Prima di cominciare, una premessa: questo post non è pensato per chi ha effettive competenze grafiche e di design. Avete tutte le capacità per creare qualcosa di “realmente personale”, che il vostro settore di riferimento sicuramente apprezzerà: andate e fatelo (magari dopo una veloce ricerca su Google Immagini per raccogliere qualche spunto).

Per tutti gli altri: benvenuti! Vi è mai capitato di vedere un cv infografico e pensare “Molto carino, ma chissà quanto tempo ci vuole per farne uno”? Ecco, questo post è per voi.

Pensando a come affrontare questo argomento, ho deciso di seguire alcune regole necessarie ad individuare gli strumenti da consigliarvi:

1) Semplicità (“non bisogna essere maghi della grafica per ottenere un risultato gradevole”)

2) Gratuità (“si deve poter ottenere un risultato gradevole anche con la versione basic, gratuita”)

3) Velocità (“si devono impiegare al massimo 10 minuti per creare il proprio cv infografico”)

Ho anche deciso che avrei provato ogni soluzione proposta (ecco il perchè di tutte le foto..), in modo da capire bene pregi e difetti.

E ora, via alle presentazioni!

Il “serio” (kinzaa.com)

Image

L’alternativa più “classica” e vicina ad un “normale” curriculum: un solo formato grafico standard ed una serie di dati da inserire manualmente che vi richiederanno molto probabilmente un po’ più di 10 minuti (non è prevista la possibilità di “connettersi” al proprio profilo LinkedIn, ma è possibile importare i vostri dati da Facebook se proprio non potete farne a meno). Il c.v. che si crea è comunque molto gradevole da vedere, ed è facilmente trasferibile su file .pdf in caso vogliate stamparlo su supporto cartaceo. Vari tipi di grafici possono essere inseriti per visualizzare al meglio i vostri dati.

Il “bello” (vizualize.me)

Image

Con svariate opzioni per personalizzare la tipologia di grafici presenti nel vostro c.v. e modificarne la colorazione, Vizualize si conquista la definizione di “bello” del gruppo. Connettendosi al vostro profilo LinkedIn, andrà a prendere tutti i dati essenziali e li restituirà nella forma grafica che ritenete più incisiva: a voi non resta che scegliere i colori e sistemare qualche “sbavatura”. Fortemente personalizzabile anche la scelta dei dati da presentare (“vuoi un riassunto delle tue skill? o una visualizzazione dei Paesi di cui conosci la lingua madre?”). Peccato non sia ancora possibile stampare il tutto su carta: la funzione è attesa da tempo ma se selezionate “print” Vizualize continua a rispondervi con un laconico “coming soon…”

Gli “smart” (cvgram.me e vizify.com)

Li chiamo così perchè, oltre ad essere di facile e rapido utilizzo (di nuovo, tramite la connessione al profilo LinkedIn i dati vengono inseriti in automatico) sembrano essere pensati per un utilizzo esclusivo sul web (non c’è traccia di opzioni per la stampa). Formato grafico standard per tutti ma ampia possibilità di personalizzazione dei colori e dei campi mostrati.

Image

(cvgram.me)

Vizify in particolare sembra “aperto” ad ospitare tutti i tipi di contenuti aggiuntivi, ad esempio un “sommario” tratto dal vostro profilo Twitter (ma per inserire documenti, video e file audio dovete attivare la versione Premium a pagamento)

Image

(vizify.com)

“Davvero molto carini. Ma… servono a qualcosa?”

Parlando di “nuove forme” di curriculum questa domanda è necessaria. Di certo non è consigliato l’utilizzo per la candidatura in una azienda molto “classica”, e farei molta attenzione all’uso per le candidature attraverso i portali di offerte sul web (problemi di leggibilità, formato grafico…).

Però è anche vero che una regola fondamentale del personal branding impone di distinguersi dal gruppo e comunicare sempre il proprio stile personale.

Consiglierei quindi un approccio “misto”: il c.v. principale rimane quello “classico” (file di testo noioso ma leggibilissimo), mentre chi è interessato (magari realtà più “innovative) può trovare sul Web anche il vostro c.v. infografico personalizzato, creativo e colorato quanto più vi piace (..e magari collegato al vostro profilo LinkedIn, in modo da farlo trovare facilmente).

Advertisements

About stefanoinnocenti

Le mie esperienze di lavoro hanno sempre riguardato l’area delle Risorse Umane, sia nell’ambito della formazione del personale che della selezione, operando nei diversi processi. Uno dei punti di forza della mia professionalità è la capacità di gestire efficacemente il rapporto con le persone, caratteristica messa a frutto sia nelle attività di docenza, che di orientamento e nello sviluppo di network professionali. Abito in Toscana, e amo questo territorio. Mi piacerebbe continuare a vivere qui, e non dovermi necessariamente trasferire per lavoro. Questo non mi rende meno curioso rispetto ai cambiamenti che mi circondano.
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s