“Ma se non sono laureato, a che mi serve LinkedIn?”

Recentemente, parlando di orientamento al lavoro con un gruppo di corsisti, mi è stata fatta la domanda nel titolo.

Mi ha dato l’occasione per riflettere sulla “prima impressione” che può fare LinkedIn a chi ancora non lo conosce, ed ho deciso di scriverci un piccolo post…

Laureati, Specialisti e (tanti) Manager. Ma non solo! 

Sicuramente la media degli iscritti su LinkedIn tende agli “alti profili”, ma tutte le categorie professionali sono rappresentate: proprio in questi giorni sono stati raggiunti i  7 milioni di iscritti in Italia (e 300 milioni nel mondo) ed è ragionevole pensare che crescendo ancora questo numero diventerà sempre più rappresentativo della popolazione lavorativa.

linkedin 300

Ma non è per questo motivo che mi sento di raccomandare a “tutte” le categorie professionali l’iscrizione al social network…

Meglio soli che (troppo) accompagnati…

Se c’è una categoria professionale fortemente presente in LinkedIn è quella dei recruiter: è semplicemente diventato uno strumento di lavoro di cui è sconsigliabile fare a meno.

Per i candidati, questo porta una serie di considerazioni:

– è utile essere su LinkedIn per trovare “in anteprima” le offerte che vengono pubblicate… in alcuni casi soltanto sul social network;

– è utile essere su LinkedIn per tenere i contatti con il “proprio” recruiter, aggiornarsi sulle aziende, richiedere feedback, portare avanti le proprie autocandidature (come? ne avevo già parlato qui)

-è utile essere su LinkedIn, infine… perchè ancora non ci sono “tutti gli altri”! Non so quanto la situazione durerà, ma finchè è possibile conviene sfruttare al massimo questo piccolo “vantaggio”.

Ed ora… cosa aspettate ad andare a crearvi il vostro profilo?

Advertisements

About stefanoinnocenti

Le mie esperienze di lavoro hanno sempre riguardato l’area delle Risorse Umane, sia nell’ambito della formazione del personale che della selezione, operando nei diversi processi. Uno dei punti di forza della mia professionalità è la capacità di gestire efficacemente il rapporto con le persone, caratteristica messa a frutto sia nelle attività di docenza, che di orientamento e nello sviluppo di network professionali. Abito in Toscana, e amo questo territorio. Mi piacerebbe continuare a vivere qui, e non dovermi necessariamente trasferire per lavoro. Questo non mi rende meno curioso rispetto ai cambiamenti che mi circondano.
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s